37 milioni di click per il film di Ridley Scott e i registi di YouTube

Un unico giorno di riprese, 80mila registi e 4500 ore di girato. Sono questi i numeri di Life in a day, il documentario-esperimento prodotto da Ridley Scott.
E un film creato con numeri così smisurati non poteva che portare a un numero altrettanto incredibile di spettatori: oltre 37 milioni di visualizzazioni e quasi 13 milioni di caricamenti, in soli due giorni di “proiezione”. Per raggiungere queste cifre incredibili è bastato servirsi di un mezzo altrettanto incredibile, capace di raggiungere il pubblico più esteso del mondo: la community di YouTube.
Il progetto, presentato al Sundance Film Festival 2011 la scorsa settimana, è un vero e proprio “film collettivo” nato grazie alla partecipazione degli utenti di YouTube, che hanno filmato e raccontato un giorno qualunque, il 24 luglio 2010 per essere precisi. Il regista Kevin Macdonald (premio Oscar per il miglior documentario nel 2000) ha unito i vari racconti in una narrazione corale, un incredibile esempio di crowdsourcing. Il risultato è stato definito “uno storico esperimento cinematografico”, talmente unico che è sembrato giusto condividerlo con il popolo della Rete che lo ha reso possibile. Il film, infatti, è stato presentato su You Tube in streaming, in contemporanea alla proiezione del festival di Salt Lake City (e in replica il giorno dopo). Una scelta vincente, confermata dagli stupefacenti contatti del canale YouTube dedicato.

La forza di questo progetto è data dalla Rete in quanto tale o da una community forte e capillare come quella di YouTube?

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...