Videocentrismo da iPad

Le indiscrezioni sul nuovo iPad, l’amatissimo e vendutissimo tablet di Apple, fanno pensare a un dispositivo assolutamente videocentrico.
La nuova versione della tavoletta digitale, infatti, dovrebbe essere presentata tra pochi mesi e vedrebbe un sensibile aumento della risoluzione e della qualità dello schermo. La risoluzione attuale (1024 x 768 pixel) aumenterebbe per raggiungere i 2048 x 1536 pixel, pur conservando la diagonale da 9.7 pollici a 260 dpi. L’eccellente risoluzione del display consentirebbe dunque di fruire in modo ottimale di qualsiasi contenuto audiovisivo, e, come era accaduto per l’editoria con e-book e i periodici, si prevede una corsa all’iPad anche per i produttori audio video.
Sono già partiti giganti come HBO Go, che produce 800 ore di programmi in streaming, tra film (di cui detiene i diritti anche per l’on-line) e trasmissioni, accessibili con la tavoletta Apple.
Verizon, colosso americano delle telecomunicazioni, sta stringendo accordi con vari partner per lanciare nel 2011 un’applicazione per iPad in grado di accedere in streaming a trasmissioni in diretta. Esiste già da tempo Netflix iPad app, che ha stretto un accordo con EPIX per i diritti di film di Paramount, Lions Gate e MGM , mentre Dish Network, il più importante provider della pay-tv statunitense, intende lanciare un’application gratuita per accedere al suo nuovo sistema DVR, SligBox, capace di registrare i programmi preferiti per poi vederli quando, come e soprattutto dove si voglia.
Insomma, i broadcaster televisivi americani si stanno già muovendo e non è difficile prevedere a brevissimo l’affermarsi di iPad come dispositivo alternativo per accedere alla TV.

I nuovi supporti videocentrici daranno il via a una rivoluzione dell’offerta televisiva come è accaduto con gli e-book per l’editoria?

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...