Il talent web di Ashton Kutcher, re della videoevoluzione

Giovane, bello, bravo. E videoevoluto. Ultimamente l’attore Ashton Kutcher conquista l’attenzione dei media più per le sue attivissime iniziative sul web che per i suoi film. Spessissimo viene ricordato come il re di Twitter, il primo a raggiungere un milione di seguaci e tra i più prolifici micro-blogger. Ma Ashton non solo ha investito in modo lungimirante sui social network, è anche stato tra i primi a capire le potenzialità dello streaming, così quando la CW ha cancellato il suo telefilm The Beautiful Life, giunto appena al secondo episodio, il giovane signor Demi Moore ha caricato tutti gli inediti su YouTube, si è fatto sponsorizzato da HP e ha raggiunto 5milioni di spettatori.

Nel 2008 ha fondato Katalyst Media, società attiva nel settore dei contenuti audiovisivi originali per Internet, e oggi ha deciso di investire su un talent show che dia spazio e opportunità di business alle nuove promesse del web. È IdeaJam, un contest che vede coinvolti 48 film maker digitali, divisi in sei squadre, e impegnati a creare una puntata zero di un format originale. A giudicare le opere in concorso, il gotha dell’industria dei contenuti web tra cui il fondatore di YouTube Chad Hurley e il direttore di Yahoo! Video Erin McPherson. La produzione è visibile sul canale ufficiale YouTube sotto forma di docu-fiction. Il vincitore è stato da poco nominato, è Greg
Burke con Crash My Pad e riceverà 20.000 dollari e un contratto con Katalyst per sviluppare una webserie dalla sua visione creativa. La diretta in live streaming di IdeaJam ha ottenuto 25.000 spettatori su Ustream.

Vi servono altre prove della forza dei contenuti videoevoluti?

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...