RECALL: Crisi #TVlocali, frequenze per il web

Nell’Italia dei mille campanili ci sono oltre seicento tv locali. Ma, se fatichiamo a ridurre le province, di qui a pochi mesi le emittenti saranno invece dimezzate. La necessità di lanciare finalmente la banda larga ha infatti portato il governo a recuperare preziosissime frequenze tv (dalla 61 alla 69, le migliori) e a preannunciare lo sfratto ad alcune emittenti storiche. Le più famose, quelle che hanno fatto, dagli anni Settanta, la storia delle tv «libere» italiane. Tra esse il circuito lombardo di Sandro Parenzo (quello che trasmette Michele Santoro) e alcune storiche tv private romane: da Tele Oro a Teleroma 56, da Roma1 a Televita, da Telestudio a Tvr Voxson, Per citarne solo alcune. Le emittenti potrebbero continuare a vivere, almeno in buona parte, con una nuova collocazione nell’etere. Ma, per chi ha già subito uno spostamento (di banda e soprattutto sul telecomando) col passaggio al digitale terrestre, un nuovo trasloco porterebbe a una perdita di visibilità e audience che sarebbe difficilmente sopportabile.

Leggi tutto su Messaggero.it

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...