#SuperBowl #mania

L’evento sportivo piu’ atteso negli Stati Uniti: il Super Bowl e’ una ghiotta e costosa opportunità per gli advertisers di tutto il mondo per lanciare i loro spot, calcolando che in media oltre 100 milioni di persone sono incollate davanti al televisore durante l’evento. L’half-time show e’ un “momento” di dodici minuti circa (a meta’ tempo partita) in cui, di solito le pop star del momento, si esibiscono in show spettacolari (ricordiamo quello dello scorso anno di Madonna, con tanto di product placement Vogue).  
 
E i social media in tutto questo che ruolo hanno? Con l’avvento della social tv i brand si sono inventati di tutto pur di intensificare la loro visibilita’. La social tv ha cambiato il modo di consumare la televisione: il programma preferito viene associato e consumato atraverso internet, tramite i social media o delle applicazioni appositamente sviluppate per l’occasione. Pensate che sono state inventate delle applicazioni per smartphone che premiano l’utente in modo tale che lo spettatore riceva dei coupon-regalo per essersi sintonizzato sul programma. Ma anche giochi interattivi, shopping real-time e tipologie di diretta interazione con il programma stesso.
Le statistiche indicano che il 36% dei telespettatori che seguivano il Super Bowl da casa hanno usato il Second Screen (ovvero un tablet, pc o smart phone) durante la competizione sportiva. Pensate che per quest’ultima edizione del S.B. la Century 21, un grosso brand immobiliare che ha fatto pubblicita’ durante l’evento, ha condotto uno studio sui fattori che hanno reso preferibile vedere l’evento da casa: tra le top quattro ragioni degli americani che hanno partecipato al sondaggio, c’era l’utilizzo dei social media durante l’evento sportivo.
Il perchè è facile da intuire: attraverso i social media (e molte delle applicazioni sviluppate per l’occasione), si possono dicutere in tempo reale opinioni su giocate, e, guardate un po, scambiare opinioni sulle stesse pubblicità che durante questo evento diventano protagoniste.


E c'è chi, individuato il fenomeno, cerca di provocarlo. E' il caso di Top GearBBC World Wide sta per lanciare un’applicazione a lui dedicata. Con oltre 350 milioni di telespettatori in tutto il globo, Top Gear e’ un programma televisivo che tratta come argomento principale i veicoli ed in particolare automobili, con uno stile umoristico e provocatorio. Pensate che solo nel Regno Unito lo seguono, ogni settimana, 8 milioni di telespettatori.

Top Gear Bingo, sara’ il nome dell’applicazione che coinvolgera’ gli spettatori in una sorta di quiz (come nel gioco del Bingo) che dovranno cercare nel gioco tutti gli elementi associati al programma, quali le frasi celebri, i modelli di automobili e molto altro. L’applicazione sara’ gratuita e l’utente potra’ accedere accreditandosi al sito della BBC, oltre a potere invitare, tramite facebook, gli amici a partecipare al gioco durante la diretta televisiva. Per ogni diretta e’ stato sviluppato un nuovo gioco.
Top Gear Bingo rimane un buon esempio d’interazione tra tv e web, oramai adottato da molte aziende, un meccanismo che coinvolge il telespettatore, l’utente ed il user : televisione, web e smart phone, insieme.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...