A #Scuola di #Tablet

Potrebbe sembrare poco pertinente al "nostro settore" ma non potevamo non segnalarvi quasta "piccola" novita' che - dobbiamo dirlo - ci ha fatto sorridere.
Siamo in continua ricerca di tutto cio' che possa influenzare, alimentare la videoevoluzione, ovvero quel flusso inarrestabile (ed a volte imprevedibile) di cambiamento e  modalita' di fruizione di contenuti audio-visivi.
Bene - tutto bello ed interessante, soprattutto attuale, ma quanti di noi italiani sono pronti a "ricevere" questa offerta? Si parla spesso di cross-medialita' e progetti multi-piattaforma, ma quanti di noi hanno accesso a tali strumenti? Siamo tutti cosi' video-evoluti?
Molti si sono posti questa domanda e la questione di base e' la seguente : i nostri "giovanissimi" sono nati in piena era digitale, sono quindi una generazione che "ragiona" attraverso il digitale. Non e' per tutti cosi pero', esiste una buona fetta di persone che rimane tra i "nati" ed i "convertiti" digitali, quegli individui che - entrando nel nostro - ancora sono televisore ( e non televisione ) dipendenti, limitando l'esperienza audio-visiva e d'informazione.

Sembrera' crudele affermarlo, ma questo potrebbe essere un non-problema,nel senso che le generazioni si evolvono rapidamente, crescono e poco a poco, la fetta dei "non-evoluti"  andra' man mano scomparendo. Se oramai potremmo considerare - a grandi linee - le generazioni attuali di studenti "cittadini digitali", la stessa scuola che li forma e' rimasta ancorata a carta e penna. Nulla di male, anzi, ma in un'epoca dove l'irruzione della digitalizzazione ( e derivati ) e' pari a quella della stampa secoli fa, siamo di fronte ad un cambiamento nella formulazione e distribuzione del sapere che necessita essere inglobato, sin dall'inizio, nell'educazione scolastica.


Ci ha pensato "Tablet School" nata dall'idea di Centro Studi Impara Digitale, un'associazione nata proprio per sviluppare modalita' didattiche innovative che permetta alla scuola italiana di beneficiare del potenziale offerto dalla tecnologia digitale. A Bergamo alunni e docenti si sono incontrati proprio per capire il processo di costruzione del sapere attraverso strumenti digitali. Un arricchimento per entrambi, uno scambio senza "filtri" tra chi ha un utilizzo scontato, naturale di strumenti digitali e chi - con l'obiettivo di "rinnovare" il sitema scolastico e d'informazione - e' creatore di contenuti.

Insomma, in altre parole, l'obiettivo rimane quello di migliorare la qualita' di una sempre piu' vasta popolazione di individui video-evoluti.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...